Dopo aver visto, nel precedente articolo, gli strumenti considerati indispensabili per fare yoga, oggi vi parlerò di quei supporti che, se aggiunti alla pratica, possono davvero trasformarla e rendere più efficace l’allineamento delle Asana, aumentare il rilassamento o incrementare l’intensità delle estensioni. Parleremo poi di attrezzi che addirittura creano discipline nuove che si ispirano allo yoga (vedi il  recente yoga aereo).

Personalmente adoro i blocchi, la cinghia, i bolster e da poco ho scoperto le straordinarie possibilità che ci regala la ruota, soprattutto nelle Asana di apertura del petto.

I 5 strumenti più efficaci nello yoga 

1. Cuscini e sostegni yoga (yoga bolster)

Il cuscino aiuta nel rilassamento, ammorbidendo la postura e aprendo il corpo. Vengono utilizzati principalmente nel resortive yoga e nello yin yoga, dove aiutano a rimuovere lo stress dal corpo. Spesso vengono utilizzati nelle classi prenatali ma anche durante la meditazione dove forniscono un morbido appoggio. 

In generale possono essere posizionati mentre si è sdraiati come supporto sotto le ginocchia o la schiena, ma anche per lo stretching passivo.
I cuscini possono essere di varie forme e dimensioni ma le due principali sono: piatto e rotondo. I primi tendono ad essere più ergonomici, mentre i secondi possono essere utili quando si desidera un supporto maggiore o un allungamento più profondo. 

2. Cinghia yoga

Le cinghie da yoga, chiamate anche cinture, vengono usate in modo molto simile ai blocchi in quanto aiutano ad allineare la postura ed a mantenere e raggiungere le pose con un minore sforzo. Inoltre, quando non si ha un’elevata elasticità muscolare, risultano particolarmente utili come prolungamento del braccio, per raggiungere i piedi con le mani oppure unire le mani dietro la schiena.

3. Ruota yoga

Relativamente nuova, può essere utilizzata nelle posizioni più avanzate, in quanto aiuta nell’apertura del torace e delle spalle oltre a srotolare e massaggiare profondamente la colonna vertebrale. Nello stesso tempo permette di allungare anche i flessori dell’anca e dell’addome oltre a permettere di sfidare la stabilità e l’equilibrio.

4. Yoga ball

La palla viene invece utilizzata in esercizi utili a rafforzare e allungare il corpo, in quanto ne migliorano la stabilità e l’equilibrio, così fondamentali nello yoga. Utilizzarla come sedia, costringe infatti a ricercare il bilanciamento e l’equilibrio, favorendo una postura e rafforzando il core. 

5. L’amaca per lo yoga aereo

L’amaca per lo yoga aereo può essere utilizzata per le pratiche di yoga antigravitazionale, forse lo stile più recente di yoga, che permette di praticare yoga “volando”.
L’amaca, composta da tessuto elastico, apporta sostegno “in aria”, in assenza di gravità, aiutando a conquistare una migliora postura, rafforzando le braccia e le spalle e consentendo di distendere completamente la schiena.

Questi gli oggetti più utili e particolari per chi pratica yoga, dopo quelli che nel primo articolo che trattava l’argomento abbiamo definito come indispensabili.

Sicuramente questi non sono strumenti da comprare non appena si inizia la pratica, ma con il tempo capiremo se possono essere davvero utili per effettuare delle sedute intense ed efficaci.

Se non l’hai ancora letto, vai a vedere l’articolo “Strumenti utili per la pratica yoga. Gli indispensabili” che insieme a questo completa l’argomento.

Namastè

(Visited 20 times, 1 visits today)