Il cibo può avere un’importanza vitale nella nostra pratica yoga, anche quando questa è online. Per questo, spesso siamo spinti alla ricerca di prodotti naturali che siano dei veri toccasano per il nostro corpo. Per lo più siamo attratti da prodotti esotici, frutti, radici, legumi e cereali che provengono da luoghi lontani. Alimenti fino ad ora a noi sconosciuti, dalle proprietà eccezionali e costi quasi proibitivi.

Ma poi ci accorgiamo che in California tra molte celebrità dello spettacolo e importanti atleti, si è diffusa la credenza che il succo di sedano fresco, bevuto la mattina e a stomaco vuoto, abbia un prodigioso effetto disintossicante, dissetante e rinvigorente, convinti che questa abitudine gli cambierà la loro vita. In effetti forse il sedano non sarà l’elisir che molti vorrebbero che fosse, ma probabilmente questo ortaggio povero e dalla grande diffusione, delle proprietà benefiche sembra veramente averle. 

Cosa sappiamo del sedano

Il sedano è una pianta del bacino del mediterraneo, co-protagonista indiscusso di molti piatti della cucina romana, questo ortaggio era già conosciuto per i suoi benefici dagli antichi Greci e Romani che ne facevano grande uso. 

Omero racconta che la ninfa Calipso preparasse piatti di sedano al suo ospite Ulisse per rinvigorirlo, mentre Achille curò il suo cavallo gravemente malato foraggiandolo con la stessa pianta. 

I Romani ci si adornavano il capo durante i banchetti, conoscendone le qualità stimolanti. Sempre i Greci intitolarono addirittura a questa pianta una città della Magna Grecia, Selinunte dal greco selinon, appunto sedano.

Le proprietà benefiche del sedano

Ma vediamo quali sono le proprietà benefiche di questo ortaggio dall’invitante fragranza, dal gusto unico, povero di calorie e ricco di acqua, potassio e vitamina A.

Il sedano è ricco di fibre grazie alle quali possiamo ridurre i trigliceridi e il colesterolo. Stimola favorendo le capacità digestive e aiuta l’assorbimento dei gas.

Controlla gli ormoni che regolano la pressione del sangue e aiuta quindi a mantenere sotto controllo l’ipertensione.

Ma soprattutto, grazie al suo alto potere diuretico, contrasta la ritenzione idrica e ha una funzione altamente disintossicante, che, unita al ricco quantitativo di vitamina A, ne fanno un prezioso alleato contro le infiammazioni, soprattutto quelle agli occhi, i bruciori urinari ma anche un ottimo aiuto contro acne. 

Inoltre, come gli antichi Romani già sapevano, stimola l’attività delle ghiandole surrenali e sessuali.

Per beneficiare di un così prezioso cocktail di poteri terapeutici completamente naturali non resta che metterlo in tavola, consumandolo crudo come snack o anche in pinzimonio prima del pasto. Possiamo anche berlo come succo a stomaco vuoto prima della colazione per disintossicarci, oppure aggiungendo l’ananas o la mela e le carote come semplice bevanda dissetante e multivitaminica dopo aver effettuato la nostra pratica yoga quotidiana. 

Noi comunque continueremo ad usarlo anche cotto, in soffritti e minestroni, ma viste le sue qualità, oggi ne useremo sicuramente qualche gambo in più.

Namastè

Visited 1 times, 1 visit(s) today