Carissimi Yogini,
oggi voglio parlarvi del mio amore per i Mantra. Ho sperimentato in questi anni il potere rigenerativo e trasformativo della loro vibrazione e davvero vi consiglio di farne esperienza.

Il mantra può essere considerato come un asana per la mente: dona alla mente allineamento e le offre una struttura. E’ usato come forma di meditazione e la sua efficacia nasce dalla legge di risonanza della vibrazione. 

I mantra sono e strumenti per liberare la mente o proteggerci dall’incessante fruscio dei pensieri.

La parola Mantra è composta dal suffisso “man” che in sanscrito significa mente, pensiero, flusso mentale e dal suffisso “tra” che vuol dire proteggere o liberare.

Quindi un Mantra è ciò che protegge dal costante flusso mentale del pensiero, dalla paura, dall’apprensione e dalle negatività. In pratica ci protegge dal turbinio della nostra mente e ci libera dall’inquinamento dei nostri pensieri, portandoci ad una sensazione di unione e pienezza.

E’ ormai ampiamente riconosciuto e dimostrato anche dalla scienza occidentale, che il suono ha un effetto straordinario sulla nostra mente e sul nostro corpo
Infatti ogni organo del nostro corpo ha e mantiene una sua forma precisa grazie ad un suono che anima le cellule e crea un campo magnetico di vibrazioni. Tutti i suoni dei vari organi del corpo creano una sinfonia completa che produce un solo suono per la forma umana. Quindi di fatto siamo come sinfonie viventi, e di conseguenza siamo sensibili anche ai suoni esterni, ed in particolare a quelli curativi, i Mantra, cioè i suoni primordiali della struttura divina.

I Mantra producono vibrazioni nel corpo che agiscono interiormente in modo sottile, ma molto efficace. Questi antichi suoni sacri penetrano nell’organismo a livello cellulare, liberandoci da tossine, tensioni e blocchi energetici. Aiutano a riequilibrare il sistema Corpo-Mente-Anima e a riportare calma e vitalità nella propria vita quotidiana.

Con la pratica costante della ripetizione dei Mantra, si attivano le energie psichiche, si ripuliscono le nadi (i nostri sottili canali energetici), si rivitalizza la ghiandola pineale, risvegliando le nostre naturali capacità intuitive. Le vibrazioni armoniche sottili dei Mantra, sia mentali che vocali, agiscono come un mezzo di pulizia e purificazione della nostra coscienza e del subconscio, e portano col tempo alla sostituzione dei sentimenti negativi con affermazioni positive, donando un senso di grande pace e serenità.

Attraverso la pratica dei Mantra ci si può trovare a confronto diretto con l’Io Inferiore, ovvero con quegli aspetti della nostra personalità che hanno governato per anni la nostra vita. Quando l’Io Superiore viene incoraggiato ad esercitare il proprio dominio attraverso la pratica del Mantra Yoga, l’Io Inferiore si ribella perché si sente minacciato e non vuole perdere il suo potere. Quindi può succedere che siamo tentati dall’abbandonare la ripetizione dei Mantra, ma senza la pratica costante non si possono comprendere appieno gli effetti benefici dei Mantra.
Continuando invece con fiducia, il Mantra viene accolto nel subconscio e lentamente l’ego viene sopraffatto dall’Io Superiore.

Grazie alla potenza della pratica dei Mantra ci si allontanerà quindi gradualmente dagli antichi schemi di pensiero e comportamento che, come programmi che si ripetono all’infinito, hanno causato quella sofferenza di cui noi stessi siamo origine. 
Ci si indirizzerà invece verso un’affermazione estremamente positiva dell’Io Superiore e l’Auto-Realizzazione.

Il Mantra non è una pillola magica, ma piuttosto come un costante flusso d’acqua che erode gradualmente anche la roccia più dura.

Vi sono diversi tipi di mantra, da semplici ma potenti sillabe (i bija mantra) a mantra più complessi che si rivolgono a qualità specifiche delle Divinità Indiane (nella religione induista ogni Devi rappresenta l’espressione di una particolare virtù) e che possiamo utilizzare per risvegliare in noi alcuni aspetti o guarirne altri. 

Bellissimi sono i mantra per Ganesh, Shiva, per le Devi Lakshimi, Durga, Sarasvati… giusto per citarne alcuni.

Ma se volete iniziare con un Mantra armonico, equilibrante e che sicuramente vi donerà pace, serenità e fiducia, vi consiglio il mantra tibetano OM MANI PADME HUM

Come sapete, invito sempre a sperimentare il mantra mettendovelo di sottofondo ( ci sono varie versione per ogni mantra), ascoltandolo e poi iniziandolo a cantare, concentrandovi unicamente sul suono e sulla vibrazione. 

Di seguito, quando vorrete, potete continuare da soli e sperimentare l’ascolto della vostra voce nel mantra!

Buona pratica a tutti, Namastè!!!

(Visited 94 times, 1 visits today)