Integrazione contro disintegrazione 

Carissimi, oggi prenderò in prestito le splendide parole di Swami Kriyananda per condividere qualche riflessione con voi.
Il tema è l’alternarsi del processo d’integrazione e di disintegrazione nel nostro essere e come lavorare verso l’unione (YOGA deriva da Yug ovvero unione, legame) tra corpo mente per mantenerci in equilibrio e dunque buona salute.

L’intero universo è un campo di battaglia, sul quale le forze dell’integrazione e della disintegrazione incrociano le loro spade in un conflitto senza fine. In base alla seconda legge della termodinamica, tutto si muove inesorabilmente verso la casualità, perdendo calore, velocità e definizione, in pratica disintegrandosi.  E’ ovvio tuttavia, che qualche altra forza sta altrettanto attivamente riannodando tra loro i fili slegati. Senza una simile forza infatti, non ci sarebbe alcunchè di integrato da disintegrare.Queste forze d’integrazione e disintegrazione si danno battaglia per conquistare la supremazia anche nella nostra vita. Se attendiamo passivamente che la Natura faccia il proprio corso con noi , stiamo già dando spazioalle forze della disintegrazione che traggono profitto dalla passività. L’integrazione si ottiene soltanto mettendo assieme le cose in modo attivo, mentre la disintegrazione è implicita nel ‘lasciar andare la cose’.La salute è un risultato del processo integrativo. Dunque per ottenere una salute radiosa, è necessario collaborare deliberatamente con questo processo. Occorre sviluppare il corpo come un’entità unica, non come un insieme di parti separate. Bisogna portare corpo e mente in uno stato di reciproca e attiva armonia. E’ necessario inoltre riconoscere la propria affinità con l’universo che ci circonda. Nel corpo umano c’è una sorta d’intelligenza che lavora in esso e che è del tutto indipendente dall’efficienza meccanica delle singole parti. C’è una vitalità nel corpo che , se è elevata, può condurre l’intero organismo a un’azione congiunta per proteggere qualsiasi parte minacciata e perfino per ripararne una danneggiata.

Lo YOGA ci esorta a imparare sempre più a considerare il nostro corpo e la nostra mente come un tutto unico. Vivi nel tuo corpo, invece di limitarti a esistere in esso. La vera salute comporta un prorompente senso di vitalità, non solo assenza di malattia.

Si è scoperto che le persone che mantengono un atteggiamento allegro, con un profondo senso di affinità con la vita e con la Natura , si ammalano di rado
Ci vuole enrgia per generare più energia, un senso di armonia per generare una maggiore armonia, uno zelo unificante per raggiunger ela perfetta unità, che è YOGA. 

Lasciata a se stessa, la naturale tendenza è quella della seconda legge della termodinamica: una tendenza verso la graduale disintegrazione. Sta a te vivere nella tendenza divina all’autointegrazione.

Swami Kriyananda 

(Visited 123 times, 1 visits today)