Se lo stress incide in maniera predominante sulle dinamiche quotidiane, e nella vita in generale, significa che è arrivato il momento di prendersi davvero cura di sé. La meditazione è sempre una buona soluzione in questi casi. Tra le ottime pratiche meditative, oltre alla solita routine di auto-cura, c’è il bagno sonoro

La musica e i suoi effetti benefici

Sebbene molte persone abbiano sentito parlare di bagni sonori solo di recente, l’uso della musica per la guarigione non è una novità. Dalle campane tibetane ai didgeridoo aborigeni, la musica è stata utilizzata moltissimo per i suoi effetti terapeutici per migliaia di anni. Gli antichi greci usavano le vibrazioni sonore per aiutare la digestione, trattare disturbi mentali e come sonnifero naturale. 

Numerosi studi hanno dimostrato una correlazione tra musica e benefici per la salute. Suoni e vibrazioni sarebbero in grado di abbassare la pressione sanguignadiminuire la frequenza del polso e aiutare il sistema nervoso parasimpatico, responsabile della digestione e di alcuni processi metabolici. 

Ma vediamo cos’è il bagno sonoro

Un bagno sonoro è una lezione di meditazione che mira a guidarti in uno stato meditativo profondo mentre sei avvolta dal suono ambientale generato. 

A differenza di quanto avviene con lo yoga, durante il bagno sonoro non si eseguono figure, posizioni o esercizi fisici.

La persona è protagonista assoluta del trattamento, unico nel suo genere, ed è totalmente immersa in cascate di sonorità vibranti, emesse da strumenti ancestrali e sacri, non convenzionali e connessi agli elementi della Natura, Acqua, Aria, Terra e Fuoco. Si è soliti scegliere grandi stanze confortevoli, pulite, immerse nel verde, con una luminosità rilassante. A quel punto, inizia la danza di suoni, prodotti da un insieme di strumenti provenienti dalle più diverse culture, dai Gong alle Campane Tibetane, fino a: Arpa Angelica, Cimbali, Shruti Box, Kalimbe, Sonagli e Semi, Conchiglie, Koshi, Tamburi Armonici.

I bagni sonori utilizzano note ripetitive a frequenze diverse. Generalmente, questi suoni sono creati con tradizionali ciotole di cristallo, campane tibetane, ciotole di pietre preziose, piatti e gong. Ogni strumento crea una frequenza diversa che vibra nel tuo corpo e ti aiuta a guidarti verso lo stato meditativo e riparatore. Utilizzando particolari combinazioni di ritmi e frequenze, è possibile spostare il normale stato beta (collegato ad allerta, concentrazione, reazione) a un alfa (creativo, rilassato) e anche theta (stato meditativo) e delta (sonno profondo; dove si può ristabilire e guarire). 

Questi sono i benefici del bagno sonoro

Alcuni dei tanti benefici per la salute psicofisica del bagno sonoro sono:  

  • Cancellazione di blocchi 
  • Elimina le tensioni del corpo
  • Distensione muscolare
  • Aiuta ad alleviare cefalee ed emicranie
  • Stimolazione dell’energia 
  • Senso di forza 
  • Rilassamento immediato, senso di leggerezza
  • Armonia, gioia, un senso di pace
  • Contatto con se stessi attraverso visualizzazioni di immagini, colori 
  • Accresce l’autostima, la determinazione e la sicurezza
  • Senso di liberazione
  • Aumenta l’energia 
  • Miglioramento del respiro
  • Sensazione di purificazione

Sarà possibile sperimentare i tanti benefici del bagno sonoro dal 1 al 3 ottobre 2021, in Umbria, nel nostro bellissimo ritiro yoga di tre giorni per immergerci in noi stessi e nella natura che ci circonda, con pratiche di meditazione yoga e il bagno sonoro. Visita questa pagina per saperne di più.

Visited 1 times, 1 visit(s) today